Il nostro BLOG

Sensitive

SENSITIVE

Scrive Vivian Ley: «Chissà poi per quale strana ragione si sottrae la bellezza primigenia dell’incanto a favore dell’oscurità». La raccolta “Sensitive” è attraversata da un leitmotiv oscuro, lento, insidioso, invadente e disturbante, che, come una lama affilata, infligge una pena delittuosa al suo lettore. La violenza che alberga l’animo umano è il tema che ispira tutta la raccolta. L’uomo è ricettacolo dei sentimenti più bassi dell’essere umano: la rabbia, la gelosia accecante, la sessualità esperita nella forma più bassa e triviale, l’odio e il desiderio efferato di vendetta sono solo alcune delle dimensioni esplorate dalla scrittrice che, però, non si limita ad accendere un focus sulla brutalità dell’esistenza. Se il leitmotiv è la violenza, il controcanto è la capacità di prendere le distanza da un mondo in cui la barbarie ha la meglio, per attraversare le macerie della distruzione assoluta e rinascere nella bellezza della vita. Vivian Ley è il cantore della tragedia umana moderna.

Read More »

Trama del libro la ragazza di BuBe

Storia minima e esemplare,raccolta intorno a pochi umili protagonisti,ma mossa nell’aria di enormi eventi – Itala e gli italiani all’indomani della liberazione -“La ragazza di Bube” è un romanzo “perfetto”: per tensione,ritmo,per la presa di coscienza dei personaggi,ragazzi nell’aprile 45 e poi uomini e donne, con un destino ormai scavato,quando l’azione si conclude.Negli anni confusi e gloriosi dell’immediato dopoguerra ,Bube, la sua fidanzata Mara, ancora bambina,il padre di lei ,comunista rivoluzionario,intrecciano una vicenda fitta e contrastata che,pur diventando dramma ,non esce mai dai suoi binari severi,dolenti. La straordinaria Mara,per cui l’affetto è un dovere,è un italiana così antica,così vera, che trova rispondenza,nelle nostre lettere,solo alcune donne di Nievo,di Manzoni.

Read More »

Libro Suite Francese di Irene Nèmirovsky

Suite Francese è il titolo dei primi due movimenti di quello che vorrebbe dovuto somigliare a un poema sinfonico,composto di cinque parti, di cui solo le prime due sono state completate è Il romanzo della riscoperta della Nèmirovsky che, dopo mezzo secolo di oblio,viene poi ripubblicata in oltre quaranta lingue.

La figlia maggiore, Denise, aveva conservato il quaderno contenente il manoscritto, assieme ad altri scritti della madre, per cinquant’anni senza guardarlo, pensando che fosse un diario, troppo doloroso da leggere.

Con sguardo lucido e persino distruttivo, Nèmirovsky tratteggia implacabile una grande civiltà in sfacelo. Il primo “movimento” difatti racconta in un grande affresco corale l’esodo di massa dei francesi che, all’arrivo delle truppe naziste, si spostano con tutto quanto, in un trasferimento di dimensioni bibliche.

La seconda parte, invece descrive i primi mesi dell’occupazione in una piccola città della campagna Francese.

I protagonisti sono due donne la vedova Angellier e la sua nuora, Lucile, e un uffuciale tedesco, Bruno von Frank. Tra il giovane ufficiale e la sconsolata Lucile scossa una scintilla che presto diventa amore: Una vicenda emblematica dello stesso paese che finisce per accogliere i soldati tedeschi come uomini, “dimenticando” la loro natura di nemici.

RECENSIONE

E’ il giugno 1940, la cavalleria tedesca, tra il silenzio e il pianto dei prigionieri, percorrere gli CHAMPS-ELYSEES,  accanto all’arco di trionfo , fatto costruire da Napoleone Bonaparte nel 1806 per celebrare la vittoria di AUSTERLITZ contro gli Austriaci.

Read More »