Trama

Le notti di Salem: Ben Mears, scrittore di successo, torna nella cittadina di provincia in cui è cresciuto. Nei suoi occhi un’immagine che ancora lo perseguita: un cadavere scoperto quand’era bambino in una casa abbandonata. Sono passati anni, ma l’orrore sembra quasi più terribile oggi di allora. Nella stessa casa accadono cose strane in particolare da quando due uomini misteriosi sono andati a vivere tra le sue mura.


 Recensioni

Le notti di Salem è ambientato a“Jerusalem’s Lot”, meglio conosciuta come“Salem Lot” , una cittadina immaginaria nello stato del Maine ,stato dove Stepnen King vive e lavora con la sua famiglia da molti anni. Si tratta della seconda opera pubblicata dall’autore ,un horror a tutti gli effetti in parte ispirato al “Dracula”di Bram Stoker  del1897ed ai  “Racconti della Cripta” e “The Vault of Horrors” serie horror a fumetti pubblicate in America negli anni ‘50
Le notti di Salem è un ottimo romanzo che tiene con il fiato sospeso dall’inizio alla fine, i vampiri sono veri mostri come il primo Dracula originale creato da Stoker.

Sono una appassionata lettrice di King  anche questo racconto, come IT , si è impadronito dei miei sogni, devo anche dire che la pazzia e il male della società messi in risalto dallo scrittore rispecchiano molto la realtà.
I protagonisti che ho amato di più sono il bambino Mark ,molto coraggioso che deve subire la morte di ambedue  i genitori e Ben, lo scrittore che scrive della sua città natale e della demoniaca casa Marsten ,ma nasconde un segreto agghiacciante. Questo romanzo,  oltre al male ed il dolore, mette anche in luce i sentimenti: infatti il nostro scrittore Ben si innamora di Susan una ragazza bella che ama leggere, sincera e molto fragile ma al tempo stesso curiosa di ciò che accade nella sua piccola città.

Nella lettura ho trovato qualche difficoltà , soprattutto per la presenza di termini medici che non conoscevo e che ho dovuto ricercare sul vocabolario, per questo  ho impiegato più tempo del solito a completare la lettura. Mi sono soffermata a sottolineare frasi che trovavo molto interessanti e  belle come:

Tutti abbiamo i nostri brutti sogni. Certe volte mi chiedo come mai i legni di quelle case non urlino di angoscia per le cose orribili che succedono nei sogni.

Stephen king

Ti amo, dirlo con la naturalezza e la disinibizione con cui il pensiero le era affiorato alla mente.

Stephen King

Cari lettori e lettrici leggetelo lo troverete bello, folle e inquietante, e ripensando alle “ notti di Salem”….. non riuscirete a dormire!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *