Il nostro BLOG

HEIDI

HEIDI IL LIBRO

Heidi è rimasta orfana in tenera età e sua zia Deith si è presa cura di lei fino all’età di 6 anni. Ma la zia trova lavoro a Francoforte e non può occuparsene della bambina : è quindi costretta ad affidarla all’unico suo parente ancora in vita, il nonno da tutti conosciuto come :” il vecchio delle alpe” uomo burbero e misantropo, che vive una casetta di montagna isolato o da tutti. Il vecchio prende in casa la bambina di malavoglia, ma la simpatia e l’innocenza di Heidi hanno subito la meglio della sua ruvida scorza di un uomo burbero. Molto velocemente Haide ,smessi gli abiti da cittadina quelle era stata fino a quel giorno, si abitua alla vita della montagna con la sua natura incontaminata , ogni giorno alla scoperta delle cose meravigliose che la montagna offre . Incontra Peter , un pastorello che si occupa delle pecore del nonno , che diventerà subito il suo più grande amico. Immediatamente il nonno si rende conto quindi che Heidi , che inizialmente lui aveva reputato quasi un peso ed un inutile distrazione dal suo isolamento , diventa un supporto indispensabile per la sua vita solitaria ad un valido aiuto anche per le incombenze di tutti i giorni. Heidi infatti si occuperà dei lavori domestici , della cura delle pecore della preparazione del formaggio di capra, che il nonno andrà a vendere al villaggio sottostante.La zia Deith è comunque convinta che non sia giusto che la piccolo a viva a lungo con il vecchio misantropo isolata su in montagna . Ritorna quindi da Francoforte dopo aver trovato per Heidi l’occasione di vivere a casa di una famiglia dove abita Clara, una ragazza di 10 anni costretta su una sedia a rotelle da una malattia. Heidi sarebbe dovuta diventare quindi una sorta di ” dama” di compagnia a Clara. Heidi è costretta quindi a abbandonare il nonno e i suoi amati pascoli e si ritrova catapultata nella frenetica Francoforte.Al suo arrivo nella sua nuova casa , la bambina prova subito un istintiva e ricambiata simpatia per Clara , ma stenta ad inserirsi nei ritmi di vita della sua famiglia , osteggiata anche dalla signora Rottenmeier, l’arcigna governante della casa ed istitutrice di Clara. Fortunatamente la nonna di Clara , che ogni tanto va a trovare la nipote riesce a comprendere Heidi e il suo carattere solare, lo è di conforto e l’aiuta a sopportare meglio la lontananza dal suo amato mondo di montagna. Heidi , dopo molte difficoltà , riesce a convincere la nonna ed il padre di Clara a portare la ragazzina in montagna per una breve vacanza , durante la quale l’amica, rinvigorita dall’aria salubre e dal cibo sano,riuscirà anche ad abbandonare la sedia a rotelle e a camminare. Haidi ritornerà definitivamente a vivere a casa del nonno senza però dimenticare Clara , la sua grande amica di Francoforte.

Read More »
IL VECCHIO CHE LEGGEVA ROMANZI D'AMORE

Il vecchio che leggeva romanzi d’amore Luis Sepùlveda

Bolívar Proaño, il vecchio che vive ad El Idilio, un piccolo villaggio del Sud America, è costretto a dare la caccia a una femmina di tigrillo, un feroce felino. L’animale sta uccidendo gli uomini perché impazzito per il dolore a causa dell’assassinio dei suoi cuccioli.

In una digressione si conosce il passato del vecchio e di come è diventato un esperto della foresta. Del matrimonio avvenuto prima del trasferimento ad El Idilio e della morte prematura della moglie. Bolívar continua a vivere lì insieme agli shuar, indios che gli insegnano a vivere con la foresta e con i quali rimane per molti anni.

Read More »

La custode di mia sorella

La custode di mia sorella : Anna Fitzgerald è una ragazzina di tredici anni venuta al mondo grazie alla fertilizzazione in vitro, concepita con le caratteristiche genetiche per poter essere donatrice di midollo osseo per la sorella maggiore Kate, malata da tempo di leucemia. Nonostante la giovane età, Anna si è sottoposta a numerose analisi, trasfusioni e iniezioni, il tutto per salvare la sorella, ma quando i genitori decidono, senza il suo consenso, di usare un suo rene per salvare Kate da un’infezione, la giovane Anna si ribella.

Read More »

La ragazza del treno

Rachel Watson, 32 anni è una donna di Londra con seri problemi di alcolismo, causati dal fatto che non riesce ad accettare la fine del suo matrimonio con Tom.

Read More »

BURLESQUE, DITA VON TEESE E STRIP-CHIC

Burlesque: Seduzione ed ironia che convivono in una forma d’arte tutta al femminile, leggera e sofisticata al tempo stesso condita da una buona dose di esibizionismo e da un gusto estetico retrò.

Questa forse la definizione più adatta per descrivere il burlesque che fin dalle sue origini (ottocento-Inghilterra) propone uno spettacolo malizioso e sensuale che lascia spazio ad un soft strip-tease accompagnato da una buona dose di creatività femminile

Read More »

“IL GIORNALE FATTO CON I PIEDI

È addestrato a stare dietro le quinte, a non mostrarsi o fare inchini da damerino, a essere scettico e ingrato, a non credere a nulla ma a prendere per buono tutto, purché valga la pena e ci sia uno straccio di prova. L’inviato – diceva un direttore vecchio del mestiere – è quel genere di canaglia che comunque, in un modo o nell’altro, torna sempre a casa con un osso in bocca. Queste pagine sono il resoconto di un modo di fare giornalismo diverso da quello di oggi. Quel giornalismo fatto con semplicità zen – andare, guardare, raccontare – che resta ancora il più giusto, il più profondo, il più moderno, il più ricco di sorprese, il più credibile e affidabile. Li chiamavano inviati, e nessuno saprebbe dire se esistono ancora o se si sono estinti. Secondo alcuni ci saranno sempre, perché inesauribile è la voglia di sapere, di vedere, di verificare.

Read More »

Dozza,poesie e musica.

Dozza è un paesino molto carino vicino ad Imola,poco distante da Bologna;è famoso per i suoi muri dipinti,ci sono artisti internazionali che,negli anni,hanno abbellito le mura di questo borgo,che non avevo mai visitato fino allo scorso aprile.

Read More »

La cartolina ritrovata

Cartolina: Qualche giorno fa cercavo una cartolina che fungesse da segnalibro, l’uso che faccio delle cartoline è soprattutto quello; le cartoline sono un oggetto ormai desueto, ma io ne ho parecchie, che conservo gelosamente.

Sono cartoline che gli amici o i parenti mi hanno inviato negli anni e che mi piace usare più volte; altre sono cartoline pubblicitarie che trovo in giro ed a volte ci sono pubblicizzati prodotti che non esistono più o sono stati completamente sostituiti da altri.

Read More »

RIMORSO (racconto breve di NADA QUIRICONI)

Rimorso : Mara aprì la porta della sala d’aspetto ed entrò, guardandosi attorno subito alla ricerca di due sedie libere. Ma la stanza era vuota e anche al bancone della segreteria non c’era nessuno.
Si voltò verso Mattia, che già si stava liberando del giacchetto.

“Siamo in anticipo”brontolò suo figlio.

Mara sorrise, indulgente; Mattia detestava aspettare troppo, come tutti gli adolescenti era sempre impaziente.

“Meglio aspettare noi…”iniziò lei “Che far aspettare gli altri! Non attaccare, eh vecchia!”

Mattia sorrise, con quei suoi occhioni azzurri irresistibili e il dispregiativo assunse subito un che di scherzoso.

Read More »

ZIBALDONE RINASCIMENTO PUNK

Rinascimento Punk è un progetto di sperimentazione artistica che attinge al mondo multiforme della Street Art, per dar vita a opere d’arte fruibili in più contesti, in più luoghi, dalla galleria al marciapiede, dal muro al parco, dal negozio all’argine del fiume. Il principio che muove la sperimentazione è che l’arte possa stare in ogni luogo, e ogni luogo possa contribuire alla crescita di idee, suggestioni, armonie o dissonanze creative.

Read More »